Antologie e note introduttive

 

Nel corso degli anni diversi miei lavori sono finiti in antologie (per lo più oggi dimenticate).

 

Divertente esperienza. Un'antologia introdotta da Massimo Carlotto, scrittore che ebbi modo di conoscere anni dopo quando con l'Associazione Gruppo del Tasso si realizzò il festival di letteratura gialla GialloFerrara.

Antologia che vide alla luce grazie alla compianta Prof.ssa Gianna Vancini. Fu grazie a quell'antologia che molti di noi si conobbero.

Esempio tipico di esperienza collettiva. Questo testo rientra in nuce nel mondo del collettivo Jane Doe (si veda la pagina dedicata).

 

Grande lavoro critico del poeta e critico letterario Matteo Bianchi. Il lavoro introduttivo è maestoso per acume e intelligenza.  

Un altro lavoro antologico importante curato da Matteo Bianchi. Di sicuro le due antologie hanno lasciato un grande segno nell'anno 2013. Rappresentano due momenti fondamentali per capire che cosa sia accaduto a Ferrara fra il 2012 e il 2016. In esse si registra la genesi di un nuovo canone letterario.



Cosa c’è di più bello che guardare, immortalare e scrivere? Forse fare in modo che queste cose possano essere compiute anche in ordine inverso. Che possano essere l’una lo strumento dell’altra. E cosa potremmo fare per ricavarne un valore aggiunto? Mettere insieme le idee di un gruppo di persone che si divertono a trovare le connessioni tra le cose. Il nostro progetto Racconti Appesi nasce da qui. Appendiamo dei frammenti di piccole storie, suggestioni, ricordi e racconti, che si sviluppano attorno a un tema, declinato in modo diverso a seconda di ciascuna personalità e prospettiva. A fare da sfondo alle nostre voci le immagini della nostra città estense, eclettica ed evocativa. Alessandra Malaspina


Antologia carina associata ad un premio letterario...